Oggi le immagini vengono catalogate tramite parole chiave (le cosiddette tag ). Vengono classificate per colore, per taglio, per numero di figure, per stile fotografico, per tono ecc. Tutto ciò ci fa capire quanto le immagini stiano diventando sempre più importanti nel web e, di conseguenza, nel campo della comunicazione e nell’advertising in genere. Sia che si tratti di promozione sia che il nostro fine sia la vendita di qualcosa, l’’informazione deve essere mediata sempre più velocemente e le immagini sono il carburatore che miscela contenuto e forma nel più breve tempo possibile.

La progettazione di un’immagine, che ha come scopo la trasmissione di un messaggio, appartiene alla branca del visual design. In particolare, ciò che è progettato per essere visto secondo certe intenzioni: informare, raccontare o sedurre gruppi di persone all’interno della società di massa.

Quando visualizziamo un’immagine, vengono attivate delle funzione psichiche che sono connesse alle nostre esperienze precedenti e a ciò che ad esso è connesso. A ciò noi colleghiamo concetti, sensazioni, pensieri, in un vero e proprio bagaglio emozionale che viene richiamato quando ricordiamo o rivediamo quell’immagine, quel bagaglio che al giorno d’oggi è fonte primaria della comunicazione.